Il mercato di gennaio incombe, ma ancora più incombente è l'importante match di campionato contro il Sassuolo. Il direttore sportivo dell'Inter Piero Ausilio risponde a entrambi i temi nel pre-partita del Mapei Stadium ai microfoni di Premium Sport

Sei Perisic o Icardi?
"Sono forti tutti e due, ma serve un Candreva che porti palla. Serve una squadra, siamo una squadra. C'è chi segna, fa assist, ma serve anche il lavoro di chi è dietro".

Spalletti è sembrato rassicurato dai messaggi di Steven Zhang?
"Io non penso che avesse bisogno di essere rassicurato. Sta facendo un grandissimo lavoro, siamo sempre insieme e discutiamo sempre di calcio, dell'Inter e di quello che si può fare in futuro".

Pastore è fantacalcio o si può fare un pensierino?
"Non c'è stato mai nulla che non sia stima e considerazione per uno come lui. Ma i nostri sono forti, è difficile migliorare questa squadra specie a gennaio. Se ci sarà qualche opportunità tecnica compatibile con le nostre esigenze ci muoveremo, ma non vogliamo smantellare un gruppo che sta facendo benissimo da sei mesi".

Esiste realmente un problema Cancelo?
"Oggi è titolare... Il problema non c'è mai stato. Ha avuto un infortunio, quando rientri hai voglia di dimostrare quanto vali ma ci sono i compagni e ci sono stati i risultati. Questo non vuol dire che non sia un ragazzo di qualità. Non ha mai smesso di lavorare per migliorare e farsi trovare pronto. Oggi Spalletti gli darà una chance, lui sceglie di volta in volta. Sono convinto che farà bene, per lui è un'opportunità".

Si pensa ad alternative?
"Sapete che il gruppo viene prima di ogni cosa, specie se funziona ed è composto da gente che si stima. Questa forza vale più di ogni giocatore, sul mercato non si trova questo valore. Vogliamo provare a trovare qualcosa che ci permetta anche di andare avanti con questi giocatori, se spunta sul mercato qualcosa di diverso che non abbiamo e non rompe gli equilibri poi perché no".

Su Joao Mario:
"Vale lo stesso discorso fatto per Cancelo, negli ultimi mesi ha avuto problemi anche banali. Penso sia più delicato di altri, negli ultimi mesi è andato in difficoltà per il lavoro quotidiano. Oggi è qui e sono convinto che sarà una risorsa importante; sta bene e spero possa dimostrarlo in campo". 

Sezione: Copertina / Data: / articolo letto 11619 volte
Autore: Christian Liotta / Twitter: @ChriLiotta396A